In Germania, il paese più ricco d’Europa, per la precisione il paese che si sta arricchendo mentre il resto d’Europa si impoverisce, il paese che è in pieno boom di esportazioni e sta vivendo il più alto livello di benessere e la più piena occupazione dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, il paese che riconosce i diritti civili e gode di uno stato sociale che permette a chiunque di avere una vita più che dignitosa, il paese che ha il governo più stabile del continente e un dibattito politico serio, il paese che offre servizi statali efficienti e una burocrazia snella, ebbene in Germania uno dei quotidiani più importanti si chiede, per giunta in prima pagina, perché i giovani tedeschi non protestino come a Rio, Istambul e Madrid.
O io non ho capito il senso di quell’articolo, o l’arte tedesca del lamento qui ha raggiunto il suo apice.