È dal 1988 che mi porto dietro l’amore per gli Iron Maiden. Be’, insomma, definisco “amore” la media di un’attaccamento che nel corso degli anni è variato per gradi da devozione fanatica a ammirazione nostalgica.
Nel 1988 avevo 12 anni e ascoltavo Vasco Rossi, in televisione vidi i Def Leppard e il giorno dopo, uscendo da scuola, mi precipitai nel negozio di dischi dietro casa per comprare il loro ultimo disco. Il negoziante disse “non ce l’ho, ti faccio ascoltare qualcosa di simile”, e tirò fuori Killers, un vecchio album dei Maiden, che coi Def Leppard avevano ben poco da spartire, ma il colpo di fulmine fu inesorabile, e segnò l’inizio di un’affezione che negli anni successivi influenzò significamente non solo i miei gusti musicali, ma anche le mie amicizie.
Ho visto i Maiden dal vivo tre volte: nel ’93 a Napoli (Real Live Tour), nel ’95 di nuovo a Napoli (The X Factour, pessimo tour con il contestatissimo Blaze Bayley alla voce) e, dopo ben 16 anni, ieri sera qui a Francoforte, trascinandoci chi in precedenza mi aveva voluto con forza al concerto di Kathy Perry (e che poi si è divertito, esattamente come io mi sono divertito al concerto della Perry).
Tecnicamente, il concerto di ieri sera è stato molto buono. Loro sono invecchiati, ma tengono il palco come se fossero dei ragazzini, e la cosa mi riempie di meraviglia se penso che questo concerto fa parte del loro ennesimo tour estenuante di mesi e mesi. Non una stecca, nessun cedimento, mai una nota fuori posto, e tutto questo mentre si corre su e giù, da un lato all’altro del palco.
La scelta dei pezzi invece è stata deludente: quasi tutto l’ultimo album, molti pezzi tratti dalla discografia più recente e solo una manciata di vecchi classici. Una scelta irrispettosa verso i fan di vecchia data, che erano la maggioranza nella gremitissima Festhalle di Francoforte (stiamo parlando di un gruppo in attività dal 1983). Mancavano all’appello capolavori imprescindibili come Aces High, Prowler, Wratchild, 22 Acacia Avenue, Wasted Years, Holy Smoke. Ecco la scaletta:

Satellite 15
Eldorado
2 Minutes to Midnight
The Talisman
Coming Home
Dance of Death
The Trooper
The Wicker Man
Blood Brothers
When The Wild Wind Blows
The Evil that Men Do
Fear of the Dark
Iron Maiden
The Number of the Beast
Hallowed Be Thy Name
Running Free