Bisognerebbe conoscere ogni dettaglio prima di esprimere pareri su vicende così delicate, lo so, ma chi è pratico di cose tedesche conosce dello Jugendamt la sua natura nazistoide (nonché la sua nascita precisamente nazista, senza -oide), e chi non lo è può documentarsi (anche qui).
Per quanto si possa essere refrattari a generalizzazioni e stereotipi, istituzioni come Jugendamt e Sonderschule appaiono a occhi stranieri come spunti di riflessione su certe caratteristiche della società tedesca che hanno avuto il loro ruolo nei trascorsi storici.
Sapendo anche per esperienza diretta che funzionari e impiegati di enti pubblici tedeschi rappresentano l’incarnazione del concetto di rigidità e ottusità sulla faccia della terra, è impossibile reprimere un moto di solidarietà con Marinella Colombo, in barba a qualsiasi indole legalitaria.