Prendo spunto dal post precedente.
Da anni sono alla ricerca di Poca luce in tanto spazio, l’autobiografia di Pupella Maggio pubblicata da Carlo Grassetti Editore (Todi) nel ’97.
Non solo il libro è fuori catalogo, ma addirittura pare che Carlo Grassetti Editore non esista più, oppure, se esiste ancora, abbia cambiato ragione sociale.
Be’ sì, come qualcuno già sa, io sono specializzato nel desiderare libri fuori catalogo.
Magari non è questo granché di autobiografia, magari le capacità narrative della Maggio non erano all’altezza della sua immensa bravura come attrice, ma io non avrò pace finché non avrò tra le mani Poca luce in tanto spazio, che deve sicuramente essere un’interessante testimonianza scritta dell’ambiente del teatro napoletano del ‘900.
È una speranza quasi nulla, ma lascio questo post come promemoria della mia ricerca, e se qualcuno dovesse vedere quel libro in un mercatino dell’usato, in una vecchia libreria, a casa di qualcuno, ovunque, lo compri, lo prenda, lo rubi, UCCIDA per impossessarsene e cederlo a me, e io saprò essere adeguatamente grato.
Se poi qualcuno conosce la figlia di Pupella Maggio… be’, chiedere a lei mi sembra la soluzione più pratica. Vuoi vedere che non le avanza una copia?