Un must vengo definito da Uiallalla su Napoligaypress nell’elenco dei cinque blog da consigliare per il Blog Day, che era ieri, non oggi, ma io invoco il diritto di inserire questo ritardo tra le innumerevoli cose che un rientro dalle vacanze riesce a causare.
Un must… in effetti quella serie di post sulla spesa al supermercato in Tedeschia ha avuto un discreto successo, solo che temo sia conclusa perché tutto il resto degli ameni prodotti locali che vedo sugli scaffali è roba che non conosco e che non oso provare.
Un must… che esagerazione (detto da uno che ha l’abitudine di vivere con estremo imbarazzo le critiche positive).
Ora toccherebbe a me citare cinque must, ma in verità sono mesi e mesi che leggo sempre gli stessi blog, che sono quelli della colonna dei link qui a sinistra e che, divisi per gruppi in questa o quella catena, ho finito per citare già tutti quanti.
Non saprei davvero chi citare, a parte un certo blog, ovvero il blog al quale questo stesso blog deve la sua esistenza, che è tornato attivo dopo un angosciante silenzio. Gaudio e giubilo, ché quello sì che è un must.

Annunci